Scopri la leggenda de:

L’Aquila dei venti

I centauri non sono stati un ottimo esempio nella mitologia, per lo più sono ricordati come violenti e pericolosi!

…ma vi era un’eccezione..

Chirone era un centauro nobile, si narra che era anche medico oltre che un saggio e astrologo, tra le sue gesta viene ricordato perché curò Achille sostituendogli il tallone rimasto ustionato, con quello del gigante Damiso, ma nel viaggio di ritorno si smarrì e non riuscì più a trovare la via di casa, costretto a girovagare!

Prima di perdersi del tutto, grazie al suo animo da centauro nobile, lungo il suo viaggio incontrò l’aquila dei venti, un essere mitologico capace di dominare il vento..

Essa rappresentava sia la libertà che il controllo!
Chirone, si narra, grazie alle sue doti ed il suo retaggio fu l’unico ad entrare in contatto e comunicare con questa aquila leggendaria instaurando un legame mistico e grazie ad essa riuscì a ritrovare la strada di casa!

Da allora, la mitologia dice che chi viene protetto da questo simbolo si augura appunto buona fortuna per il suo sentiero ed il suo viaggio!

E' stata descritta come:

Un’ aquila dalle dimensioni maggiori di quelle normali e con il piumaggio del volto, sul lato destro, caratterizzato da alcune frecce stilizzate che si estendevano dal becco alla parte posteriore dell’occhio.

Eugammone di Cirene

Si crede che quei segni, a volte indicati come frecce, altre volte come punte, siano in realtà i simboli precursori del simbolismo moderno della rosa dei venti.

Wanderlust Garage vuol far rivivere la leggenda per i

Very Original Bikers